(Amarcord) La prima sconfitta del Teramo capolista in Lega Pro: Sant’Omero – Real Teramo (1-0)

Il Teramo attuale capolista della Lega Pro ed impegnato oggi contro il Tuttocuoio subì la prima sconfitta della sua storia dopo il fallimento proprio contro il Sant’Omero, in campo con 7 fuoriquota.

9 dicembre 2008. La storica pagina de “Il Centro”.

 

SANT’ OMERO PALMENSE – TERAMO 1-0

SANT’OMERO: Grande, De Berardinis (19), Cristofari (19), Corvaro (20), Di Leonardo (17), Cardelli, Tamburrini (17) (38′ st Ventresca), Nepa, Di Paolo (17) (28′ st Fratò), Porcu, Di Felice (17) (43′ st Spinelli). A disposizione: Danti, Fagotti, Thana, Loddo. Allenatore: Lalloni.

REAL TERAMO: La Barba, Colancecco, Di Giorgio (1′ st Del Pizzo), Napoleone, Di Furia, Capriotti (17′ st Pierleoni), Milano (1′ st Cappelli), D’Aprile, Orta, Di Corcia, Fusco. A disposizione: Del Sordo, Parillo, Del Grosso, Ettorre. Allenatore: Valbruni.

Arbitro: Camplone (Pescara) </i>

MARCATORI: 46′ pt Cristofari

NOTE: spettatori 1.000 circa. Calci d’angolo 10-4 per il Real Teramo. Ammoniti: Napoleone del Real Teramo, Corvaro e Tamburrini del Sant’Omero. Espulso al 34′ st Porcu per somma di ammonizioni.

 

NERETO – Era l’8 dicembre 2008. Teramo che, dopo il fallimento, riparte dalla Promozione abruzzese girone A.

Prime 14 partite, 13 vittorie, 1 pareggio. Sant’Omero che lotta per la salvezza e si presenta alla sfida con una formazione per 7/11 sotto i 20 anni. Si gioca a Nereto per motivi di sicurezza, cornice di pubblico da primato: 1000 spettatori!

Si riporta la cronaca dal quotidiano “Il Centro”.

Il Sant’Omero Palmense entra nella storia del girone A di Promozione per aver comminato la prima sconfitta al Real Teramo. A firmare la vittoria è un giovane di 18 anni, Jacopo Cristofari: quando tutti pensano di andare al riposo sullo zero a zero, Cristofari raccoglie il pallone calciato da Di Felice e respinto dal palo, e insacca in rete.

Il gol arriva al 46′ ed è il giusto premio per il Sant’Omero che gioca un primo tempo davvero brillante.

Lalloni mette in campo una squadra equilibrata, tutta corsa, con un modulo 4-5-1 che ha un solo compito: limitare i danni e, se possibile, colpire di rimessa.

L’operazione riesce alla perfezione, complice anche un Teramo inguardabile, svogliato, con la supponenza di chi pensa di aver vinto la partita prima ancora di giocarla.
Nella ripresa il bomber Orta sbaglia un rigore al 12′ del 2° tempo, calciando malissimo e favorendo la parata di Grande, la squadra biancorossa inoltre non sfrutta la superiorità numerica per l’espulsione di Porcu.

Finisce 1 a 0 per la Palmense tra il tripudio dei tifosi, per il Real Teramo dure accuse del presidente Campitelli all’allenatore Valbruni “Troppi esperimenti, ora basta”!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...