L’Angolo dei Protagonisti: il centrocampista Francesco Di Eusebio!

Foto (111 di 166)

Il centrocampista classe 1998 Francesco Di Eusebio.

CLASSE 1998

RUOLO CENTROCAMPISTA

PIEDE DESTRO

STAGIONI PRECEDENTI Settore giovanile Sant’Omero Palmense e Polisportiva Controguerra

 

  1. Quali consigli ti sono stati dati dai tuoi allenatori negli anni e che hai fatto subito tuoi?

Il primo in assoluto è di stare sempre sul pezzo, mai adagiarsi, perché nel calcio quando si crede di essere arrivati e ci si adagia, è lì che è finita…di dare sempre il 100% specialmente negli allenamenti, perché poi la domenica riesci a dare il massimo di te stesso. Un altro insegnamento è di evitare la superficialità, in ogni situazione.

Negli anni dei Giovanissimi a Controguerra, c’è stato un mister, Sarcinella, che ricordo davvero con piacere sia a livello umano, dato che eravamo un grande gruppo, sia a livello di insegnamento tecnico; con lui riuscimmo a vincere anche il campionato dei Giovanissimi Provinciali. Quest’anno ho riscontrato le stesse somiglianze nel mister Pennesi, per il carisma che ci infonde e il suo modo di fare.

  1. Com’è stato il tuo approccio in prima squadra?

Stando in prima squadra non puoi permetterti di abbassare mai la guardia, non si può mai dare nulla per scontato. Ogni allenamento per me è una soddisfazione enorme e ogni volta è come ricominciare da zero, tutto quello che ho fatto la giornata prima si annulla e cerco di ripartire per arrivare a dare il massimo.

Il più delle volte ho giocato mediano davanti alla difesa, ora sono stato spostato in un ruolo più offensivo, mezz’ala, interno di centrocampo. Quale preferisco? Mediano, ma alla fine mi trovo a mio agio in tutti e due.

  1. Secondo te, quali doti servono per diventare un buon giocatore?

Un buon giocatore deve mettere per prima cosa intelligenza in mezzo al campo, almeno tatticamente. Poi avere forza fisica, bisogna essere dotati e lavorarci molto. Non deve mancare mai la grinta e la cattiveria agonistica. Da non sottovalutare le tecniche di base, l’ABC del calcio in generale sono la cosa più importante.

  1. Così giovane, hai giocato da titolare in Coppa Italia e insieme ai tuoi compagni, l’avete vinta…cosa si prova?

Devo essere sincero, non pensavo che avrei giocato titolare…quando mi sono reso conto che invece il mister mi schierava, devo dire la verità, ero un po’ teso! Dopo il discorso negli spogliatoi, la tensione è diventata adrenalina, che si è trasformata in carica in campo.

Ho dato tutto e per la prima volta quest’anno mi sono venuti i crampi. Vincerla è stata un’altra grandissima soddisfazione personale e sono contento per la squadra, perché ce lo meritiamo. Il lavoro ci ha ripagato, perché allenandosi al 100% poi i risultati si ottengono.

 

ADDETTE STAMPA

Di Battista Simona

Spada Serena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...